Svago e gioco

undefined
undefinedundefined

Nell’ambito delle attività ricreative si privilegia il gioco come mezzo migliore attraverso il quale il ragazzo può esprimere la propria vita e sviluppare in modo integrale la sua persona. Infatti il gioco favorisce:

  • la socializzazione
  • la responsabilizzazione all’osservanza delle regole
  • le capacità cognitive in generale.

Facendo uso del gioco si vuole aiutare il ragazzo a migliorare ed affinare:

  • le capacità di relazione con gli altri
  • le funzioni motorie
  • la relazione con lo spazio
  • la creatività e la dimensione razionale attraverso un’attività gratificante e perciò non soltanto accettata, ma ricercata e desiderata.

Si propone il gioco come strumento che consenta al ragazzo di mettere alla prova le proprie potenzialità e svilupparle. Mediante il gioco il ragazzo “impara la vita”, impara cioè a muoversi fra gli altri e con gli altri, nello spazio, nel tempo, a ricercare un fine comune e ad interpretare ruoli che, nel futuro, saranno suoi o di altri accanto a lui.

L’attività ricreativa è un momento quotidiano e ordinario nella vita dell’Oratorio. Nella maggior parte dei casi questo momento non è articolato ed organizzato, ma è sempre prevista la presenza di figure educative significative, che interagiscono con i ragazzi per rendere presenti e vissuti i principi educativi che animano l’Oratorio. Vi sono, d’altra parte, periodi e situazioni in cui è l’Oratorio stesso che prevede la realizzazione di momenti organizzati e strutturati.

Festa dell’Oratorio

Si tratta di una settimana di iniziative ed eventi, a settembre, che copre trasversalmente tutte le aree di attività. Una posizione di rilievo nella Festa è occupata dal gioco, inteso come competizione tra i rioni, per la conquista del Palio.

Oratorio Estivo (GREST)

Le 5 settimane di O.E., compresa quella di settembre, sono il momento centrale dell’attività di “Gioco” in Oratorio, proposta a tutti i bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni.

Castagnata

La castagnata si svolge ad ottobre e segna l’inizio dell’anno catechistico; in questa giornata i ragazzi hanno l’occasione di partecipare ad un pomeriggio di giochi organizzati dagli animatori.

Carnevale

Il martedì grasso viene realizzato un pomeriggio di giochi organizzati dagli animatori in Oratorio, aperto a tutti i bambini e ragazzi. Al termine dei giochi viene premiata la maschera più bella.

OV Volley

Squadra di pallavolo dell’Oratorio Vandoni, che partecipa al campionato CSI. Negli anni si sono alternate squadre maschili, femminili e miste. Alla base di tutto, la passione e il desiderio di un gruppo di amici di divertirsi insieme.

Tuna

Il gruppo Tuna, abbreviazione di Tunaamini (dallo Swahili “Ci crediamo!”), è il gruppo che si occupa di organizzare il tempo libero in Oratorio durante tutto l’anno, con eventi dedicati al gioco e allo svago di bambini e ragazzi.

Campiscuola a Rimella

Per sei settimane a cavallo tra giugno e luglio si svolgono a Rimella i campiscuola, che vedono la partecipazione di bambini e ragazzi dai 9 ai 18 anni. Ogni settimana vede la partecipazione di uno specifico gruppo (IV elementari, V elementari, I medie, II medie, III medie e Superiori) per una settimana spiritualmente intensa di preghiera, riflessione, giochi e passeggiate. Posto in conclusione del cammino catechistico dell’anno, il camposcuola va quindi ad approfondire i temi trattati durante l’anno da catechisti e animatori, pertanto non rappresenta un cammino a sé stante ma la conclusione del percorso formativo annuale di bambini e ragazzi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: